È iniziato un anno di nuove agevolazioni per coloro che desiderano rinnovare la propria piscina approfittando dei bonus fiscali. Anche per il 2020 infatti, grazie all’Ecobonus, sarà riconosciuto un incentivo del 65% per i lavori volti al risparmio energetico. Inoltre, sarà possibile ottenere una detrazione del 50% su tutti gli interventi di ristrutturazione.

 

Tante sono le possibilità per migliorare performance ed efficienza di una vasca già esistente, installando ad esempio coperture per piscine: una soluzione intelligente che permette di fruire dello spazio occupato quando non viene utilizzata, ma soprattutto di abbattere la dispersione termica e ridurne la manutenzione.  

Ma capiamo meglio quali sono le modalità e le condizioni per usufruire di queste agevolazioni e dare nuovo valore alla piscina.

 

Ecobonus: l’incentivo che premia il risparmio energetico

 

A chi sta pensando di migliorare l’efficienza energetica della propria piscina con l’installazione di pompe di calore, collettori solari, generatori ibridi o sistemi domotici, questa è l’occasione giusta. Tra gli interventi per una gestione più sostenibile della vasca c’è anche la possibilità di installare una copertura calpestabile. Un sistema particolarmente utile negli ambienti chiusi per abbattere l’umidità presente nell’aria, e all’esterno per mantenere costante la temperatura dell’acqua e mettere in sicurezza l’area. Proprio come Ambient, la copertura portante mobile in acciaio inox di Egoè, completamente coibentata termicamente e adattabile anche a piscine già esistenti.

 

Per usufruire dell’Ecobonus, fino al 31 dicembre 2020 sarà possibile richiedere la detrazione del 65% sulle spese sostenute, con un limite di importo che va dai 30.000 € fino ai 60.000 €. Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario o postale su cui andranno indicati: causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, partita iva o codice fiscale del soggetto a cui si effettua il pagamento. Le spese verranno poi restituite in deduzioni Irpef, scalandole dalle tasse future in dieci rate annuali.

 

Bonus ristrutturazioni -50%

 

Insieme alle coperture per piscine, rientrano nel paniere delle agevolazioni fiscali anche tutti i lavori di ristrutturazione estetica, funzionale e impiantistica della piscina. Per gli interventi di miglioria, oltre ai costi delle opere, sono compresi nella detrazione fiscale 50% anche le spese per l’acquisto dei materiali,

quelle di progettazione, l’Iva, l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni e le autorizzazioni di inizio attività. È importante conservare tutta la documentazione relativa alle spese sostenute, ed è sempre preferibile rivolgersi a un professionista per un consiglio su materiali e gli accessori che renderanno la ristrutturazione ancora più efficiente e performante.